Missione Myanmar - Pazienti sieropositivi

Pazienti sieropositivi

N.S.S.P.: un programma dedicato ai pazienti sieropositivi di Kawthaung

 

L'A.I.D.S. rappresenta un motivo di seria preoccupazione in Myanmar.

Lo 0,7% della popolazione risulta sieropositiva, rendendo l'ex-Birmania il secondo paese asiatico per diffusione della malattia dopo la Thailandia. I dati differiscono fortemente tra le diverse regioni e, purtroppo, rilevare la prevalenza del virus è estremamente difficoltoso nelle zone rurali isolate.

Il Governo Birmano garantisce una terapia gratuita per i malati di A.I.D.S., ma poche persone ne usufruiscono. Molti infatti temono lo stigma nei confronti delle persone sieropositive, che potrebbe addirittura causare la perdita del lavoro. Altri, più semplicemente, non hanno i mezzi per accedere alle strutture sanitarie.

Secondo i dati pubblicati dal Governo del Myanmar, i maschi che consumano rapporti omosessuali e le sex worker risultano le categorie che corrono il maggiore rischio di contagio.

MedAcross, attraverso la sua Basic Health Clinic, assiste da anni i pazienti di Kawthaung H.I.V. positivi

 

  • ritirando per loro i medicinali e assistendoli durante la terapia;

  • offrendo giornate di counsuelling mensili tenute dal nostro personale medico ai malati e alle loro famiglie;

  • offrendo loro cibo e acqua puliti attraverso il programma N.S.S.P. (Nutritional Support for Sieropositive Patients).

 

In particolare, il programma N.S.S.P. fornisce ogni mese 30 chilogrammi di riso, 25 litri d'acqua, uova e due litri di olio di semi incontaminati a ogni paziente. Dove operiamo è molto difficile accedere a cibo e acqua sicuri e, in particolare, l'acqua può arrivare a costare nella città di Kawthaung fino a $2,00 per L3. Con il programma N.S.S.P. si riduce fortemente il rischio di contrarre malattie infettive, particolamente pericolose per chi è affetto da A.I.D.S..

Oggi MedAcross assiste 30 pazienti sieropositivi e le loro famiglie.

Leggi la storia di Daw Cho, una delle beneficiarie del programma, per scoprire di più sulle nostre attività.

Se vuoi sostenere questo programma con una donazione, clicca qui.